Il riconoscimento dedicato alle vittime innocenti delle mafie, Pio La Torre e Piersanti Mattarella (con il contributo economico di Fondazione Cariplo) è andato quest’anno a tre laureate dell’Università degli Studi di Milano.

Il primo premio è andato a Elena Rita Mendicino, laureata in Relazioni internazionali, con una tesi sul contrasto della ‘ndrangheta tra Italia e Germania. Il secondo premio è stato vinto da Eleonora Di Pilato, laureata in Relazioni Internazionali con una tesi sul commercio di armi nell’Africa Sub Sahariana. Mentre il premio speciale dedicato al giornalista Paolo Viviani è andato a Valeria Biasco, per la sua tesi sull’impegno educativo antimafia di Nando Benigno.